2015: cosa cambia (e perché) nella raccolta differenziata

novitàA poco più di un anno dall’entrata in vigore del nuovo contratto di Igiene Pubblica Ambientale, l’Amministrazione comunale, insieme all’Ufficio Ambiente e Servizi Tecnologici e ai responsabili della ditta appaltatrice, ha deciso di apportare alcuni cambiamenti significativi che servono a razionalizzare il servizio e a ottimizzarne i costi.

Vediamo le novità e proviamo a spiegarne le ragioni.

 

Vetro e lattine di nuovo insieme

I regolamenti regionali ci hanno permesso di riunire la raccolta di vetro e lattine, usando il solo bidone verde. Questo ha due vantaggi principali:

  1. Viene incontro a quei cittadini che producono molti rifiuti di alluminio e acciaio: non saranno più costretti ad aspettare due passaggi del vetro prima di poter conferire le lattine o ad andare spesso all’Ecocentro;
  2. Avere un programma di ritiri settimanale sempre uguale ci fa risparmiare sulla stampa dei calendari che, fatti di una sola pagina, non dovranno essere ristampati tutti gli anni (approfitto per linkare i nuovi calendari: zona A e zona B che saranno consegnati, insieme alle nuove buste dell’umido e della plastica a partire dal 12 gennaio).

 

Che fare del bidone giallo?

Già dallo scorso anno avevamo preso in considerazione l’idea di sostituire le buste grigie con un bidone, valutandone i possibili vantaggi:

  • Ogni anno compriamo quasi 1 milione di buste grigie che poi vengono bruciate insieme ai nostri rifiuti indifferenziati. Indubbiamente un costo notevole, sia economico sia ecologico, che un bidone durevole abbatterebbe notevolmente;
  • È in programma il rilevamento dei conferimenti, così da poter commisurare la tassa all’effettiva quantità di rifiuti prodotti. Il bidone con il tag permette da subito di poter monitorare i conferimenti, mentre “personalizzare” le buste grigie ne aumenterebbe significativamente i costi e renderebbe difficile la gestione del sistema (ad esempio, sarebbe complicato assegnare ulteriori buste taggate alle famiglie numerose o in condizioni particolari).

Con la raccolta congiunta di vetro e lattine si libera il bidone giallo che, quindi, potrà essere usato per il secco senza costi aggiuntivi (anzi, risparmiando un centinaio di migliaia di euro sulla fornitura delle buste).

Per rendere il passaggio alle nuove modalità, abbiamo previsto che per 3 mesi sarà possibile usare le buste grigie residue in affiancamento o in sostituzione del bidone giallo. Terremo sotto controllo i conferimenti, così da rilevare e correggere eventuali criticità man mano che si presentano.

Sono sempre disponibile a ricevere segnalazioni di problemi e disservizi o suggerimenti per il miglioramento del servizio, di persona, per email o attraverso i social network.

Annunci

Un pensiero su “2015: cosa cambia (e perché) nella raccolta differenziata

  1. .. per completare l’opera sarebbe interessante ritirare anche il carta/cartone in eccesso (basta l’acquisto di un piccolo elettrodomestico, un televisore, etc). Il non ritirarlo significa maggior spazzatura all’uscita dei centri abitati e spreco di risorse preziose). Un contenitore di 25 Lt, che viene svuotato ogni 15 gg, non è sufficiente in quanto il 30% del contenuto è costituito da volantini pubblicitari.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.