Crollo dei rifiuti organici a novembre

Trend_RD_1-11I dati della raccolta dei rifiuti a Sestu nel mese di novembre riportano un dato inatteso e, per molti versi, sorprendente. Un calo del 12% del rifiuti organici (il cosiddetto “umido”) rispetto al mese di ottobre e alla media dell’anno. Quasi 20 tonnellate in meno.

È un dato sorprendente per due motivi: il primo è che non sono stati rilevati aumenti nelle quantità di rifiuti organici abbandonati in giro per il territorio sestese; il secondo è che – benché sia evidente che la crisi porta a una riduzione dei consumi e, di conseguenza, dei rifiuti – il resto dei rifiuti separati si è mantenuto sostanzialmente nella media dei mesi scorsi.

Il dato non è in sé negativo, anzi. Una riduzione dello spreco alimentare, una scelta consapevole negli acquisti e una migliore conservazione dei cibi portano alla diminuzione delle quantità di rifiuti organici che non può che essere auspicabile.

L’unico svantaggio, al momento, è dato dal meccanismo di penalità/premialità che la legge regionale sui rifiuti lega al rapporto secco/umido nella raccolta comunale dei rifiuti. Se scende l’umido e non altrettanto l’indifferenziato, il Comune entra in regime di penalità. Si spera che con la nuova legge regionale sui rifiuti arrivi il superamento di questo meccanismo. I livelli medi di differenziata che la Sardegna ha raggiunto negli ultimi anni, infatti, rendono inutile se non dannoso puntare sul mantenimento principi che di fatto impongono quantità minime di rifiuti. Le direttive europee spingono per la riduzione dei rifiuti e una buona legge dovrebbe premiare chi si adopera per raggiungere quegli scopi.

Trend_RD_%_1-11La percentuale di raccolta differenziata è di nuovo scesa di poco sotto il 65%: una causa è certamente il calo dell’umido organico, a cui si aggiunge un leggero aumento del secco, dovuto delle oltre 10 tonnellate di rifiuti indifferenziati raccolti nelle discariche abusive. È tuttavia importante notare che – al netto delle discariche abusive – le quantità di secco indifferenziato continuano a diminuire. Un ottimo segnale.

Per chi fosse interessato, ecco i dati della RD da gennaio a novembre.

Dati sulla raccolta dei rifiuti a Sestu nel 2014

Dati sulla raccolta dei rifiuti a Sestu nel 2014

Annunci

2 pensieri su “Crollo dei rifiuti organici a novembre

  1. Peccato io pensavo che buttando l’umido nella compostiera aiutavo il comune ad avere meno spese!!!!!! Che controsenso però, è l’unica cosa che possiamo riciclare in casa!

    Mi piace

    • Ma infatti, senza quella penalità prevista dalla legge regionale, il Comune avrebbe tutto l’interesse a dare le compostiere a tutti i cittadini che la chiedono! Senza la penalità, chi usa la compostiera farebbe concretamente risparmiare il Comune. Speriamo la legge regionale sia presto cambiata, così l’impegno dei cittadini virtuosi come lei sarà davvero utile a tutti.

      Mi piace

I commenti sono chiusi.