Operatori RD: lasciamoli lavorare!

operatoreSui social network e nelle conversazioni in paese capita spesso di sentir parlare degli operatori della raccolta differenziata. Purtroppo di solito si tratta di lamentele sul loro lavoro.

A questi proposito, sento il dovere di chiarire alcuni punti, anche se so che ai più sembreranno ovvi:

  1. Gli operatori sono lavoratori e come tali hanno il diritto di lavorare in totale sicurezza. È dovere dell’Amministrazione assicurarsi che il servizio appaltato venga svolto secondo i contratti, ma deve anche vigilare sul fatto che ciò venga realizzato nel pieno rispetto delle leggi di tutela della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini;
  2. Gli operatori seguono le disposizioni del loro datore di lavoro che, a loro volta, dipendono dalla legge in vigore, dai regolamenti comunali e dalle politiche ambientali stabilite dall’Amministrazione;
  3. Gli operatori non rispondono del loro operato direttamente ai cittadini, ma al loro datore di lavoro e, per tramite della ditta appaltatrice, all’Amministrazione comunale.

Detto questo, insultare – di persona o su Facebook – il singolo operatore ha l’unico effetto di aumentare il nervosismo senza migliorare certamente il servizio. Accusare di pigrizia chi non si china a raccogliere il cartone da terra quando invece ha ricevuto precise istruzioni in merito non è solo ingeneroso, ma totalmente sbagliato. Minacciare chi, mentre lavora, cerca di far del suo meglio, infine, è al limite della legalità.

Il legittimo diritto di manifestare le proprie opinioni non deve mai essere messo in discussione, tuttavia se le lamentele restano tali e non diventano segnalazioni puntuali a chi deve controllare non favoriscono certo la soluzione delle criticità.

È quindi importante sottolineare ancora una volta che qualsiasi tipo di disservizio o cattiva condotta da parte degli operatori DEVE essere segnalato al Comune che ha il dovere di monitorare le attività ed eventualmente applicare i meccanismi di controllo del contratto.

Annunci

Un pensiero su “Operatori RD: lasciamoli lavorare!

I commenti sono chiusi.