Giornata ecologica a Cortexandra

CortexandraDomani, venerdì 31 ottobre, siamo tutti invitati a partecipare alla giornata ecologica nel quartiere di Cortexandra (evento Facebook).

L’appuntamento è in Via 8 Marzo alle 9.30 e si lavorerà fino alle 12.30 per poi riprendere alle 15.30 fino al tramonto.

Il quartiere nelle ultime settimane ha visto cambiare radicalmente le modalità di raccolta differenziata e, sia pure con qualche criticità ancora da risolvere, i miglioramenti si vedono. Sono spariti i cumuli di spazzatura intorno ai cassonetti e la loro rimozione ha scoraggiato gli abbandoni da parte di cittadini esterni così come i traffici di materiali di valore che causavano numerosi problemi di igiene pubblica e di sicurezza.

Cortexandra è staccata dal centro urbano principale di Sestu, ma non è lontana: andiamo a portare il nostro contributo al lavoro del comitato che si dà un gran da fare per migliorare il decoro e la vivibilità del quartiere.

Operatori RD: lasciamoli lavorare!

operatoreSui social network e nelle conversazioni in paese capita spesso di sentir parlare degli operatori della raccolta differenziata. Purtroppo di solito si tratta di lamentele sul loro lavoro.

A questi proposito, sento il dovere di chiarire alcuni punti, anche se so che ai più sembreranno ovvi:

  1. Gli operatori sono lavoratori e come tali hanno il diritto di lavorare in totale sicurezza. È dovere dell’Amministrazione assicurarsi che il servizio appaltato venga svolto secondo i contratti, ma deve anche vigilare sul fatto che ciò venga realizzato nel pieno rispetto delle leggi di tutela della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini;
  2. Gli operatori seguono le disposizioni del loro datore di lavoro che, a loro volta, dipendono dalla legge in vigore, dai regolamenti comunali e dalle politiche ambientali stabilite dall’Amministrazione;
  3. Gli operatori non rispondono del loro operato direttamente ai cittadini, ma al loro datore di lavoro e, per tramite della ditta appaltatrice, all’Amministrazione comunale.

Detto questo, insultare – di persona o su Facebook – il singolo operatore ha l’unico effetto di aumentare il nervosismo senza migliorare certamente il servizio. Accusare di pigrizia chi non si china a raccogliere il cartone da terra quando invece ha ricevuto precise istruzioni in merito non è solo ingeneroso, ma totalmente sbagliato. Minacciare chi, mentre lavora, cerca di far del suo meglio, infine, è al limite della legalità.

Il legittimo diritto di manifestare le proprie opinioni non deve mai essere messo in discussione, tuttavia se le lamentele restano tali e non diventano segnalazioni puntuali a chi deve controllare non favoriscono certo la soluzione delle criticità.

È quindi importante sottolineare ancora una volta che qualsiasi tipo di disservizio o cattiva condotta da parte degli operatori DEVE essere segnalato al Comune che ha il dovere di monitorare le attività ed eventualmente applicare i meccanismi di controllo del contratto.

Consegna kit RD “tipo domestico” per le Aziende

KitRD01Da mercoledì 15 ottobre le aziende sestesi in regola con l’iscrizione al Registro Tributi potranno ritirare gratuitamente i bidoni e le buste della fornitura “domestica” (buste per secco e plastica, bidoni da 40 litri per vetro, carta e lattine, bidone da 25 litri per l’umido), così come da loro richiesto attraverso il questionario.

Le Aziende che ancora non avessero ancora inviato il questionario, potranno farlo scaricandolo in formato pdf compilabile. Il questionario compilato è necessario per poter ritirare i contenitori per la raccolta differenziata.

Le aziende che hanno fatto richiesta di bidoni diversi da quelli domestici (anche nel caso in cui solo uno dei bidoni sia più grande) dovranno attendere ulteriore comunicazione.

La consegna avverrà presso il Cantiere del Consorzio Formula Ambiente (mappa) dal lunedì al sabato alle ore 9:00 alle ore 12.30.

Il questionario riporta il nominativo dell’incaricato al ritiro: qualora sia necessario delegare altri al ritiro, è possibile scaricare il modulo apposito che dovrà essere timbrato e firmato dal titolare o dal rappresentante legale dell’Azienda.

Per informazioni e chiarimenti: ass.ambiente@comune.sestu.ca.it.

Grazie, Pro Loco!

Missione compiuta: il Festival delle Pro Loco è riuscito nel suo obiettivo di mantenere alto il livello di sostenibilità della manifestazione.

Le migliaia visitatori nei due giorni del Festival hanno potuto gustare i piatti serviti in stoviglie compostabili che non solo non hanno aumentato la quota di rifiuti indifferenziati prodotti, ma addirittura l’hanno fatta crollare in favore della frazione organica.

Festival_ProLocoLe stoviglie compostabili non sono però molto comuni e molti visitatori – nonostante le raccomandazioni – le hanno gettate nel primo cestino che trovavano… È grazie all’impegno dei volontari della Pro Loco e dei ragazzi del Gruppo Scout di Sestu che si è potuto differenziare bene e arrivare al risultato che vediamo nella foto.

Hanno letteralmente messo le mani nella spazzatura per separare i materiali e dobbiamo ringraziare loro se il Festival delle Pro Loco ha potuto ancora una volta essere uno degli eventi più sostenibili del panorama regionale.

Approfitto per fare un parallelismo, magari un po’ forzato: se ogni visitatore avesse fatto attenzione a dove buttava i propri rifiuti non si sarebbero dovute sprecare tante energie per ottenere un risultato di raccolta differenziata tanto importante. Così, se ognuno di noi prestasse maggiore attenzione alla separazione dei propri rifiuti domestici, il Comune non dovrebbe sprecare tante risorse per raggiungere buoni livelli di raccolta differenziata.

Basta un piccolo sforzo da parte di tutti.

Mi auguro che in tanti siano rimasti favorevolmente colpiti dalla resistenza delle stoviglie compostabili, che niente hanno da invidiare a quelle di plastica, e che decidano d’ora in poi – se proprio devono – di usare questo tipo di prodotti usa-e-getta. Sarebbe sempre meglio evitare, ma nei casi in cui è necessario, che almeno si facciano meno danni possibili all’ambiente.

Grazie a tutti i volontari, agli Scout, agli operatori della raccolta dei rifiuti e a tutti quei visitatori attenti che hanno messo i propri rifiuti nel bidone giusto. Il contributo di tutti ha reso possibile l’ottimo risultato.

Festival delle ProLoco sempre più sostenibile

Festival_ProLoco_2014Centinaia di persone coinvolte e migliaia di visitatori che assaggeranno decine di piatti tipici. Come ridurre l’impatto ambientale di un evento come il Festival delle ProLoco che si terrà a San Gemiliano sabato e domenica prossimi?

Stoviglie usa-e-getta compostabili. La soluzione adottata quest’anno dalla ProLoco di Sestu, che organizza l’evento, è semplice: stoviglie compostabili, cioè smaltibili con i rifiuti organici. Piatti, bicchieri e posate saranno fatti di cellulosa e ridurranno significativamente l’impatto ambientale della manifestazione evitando l’uso di plastica e altri materiali meno virtuosi.

Migliaia di piatti, ciotole, bicchieri, posate e tovaglioli. Se la ProLoco di Sestu avesse ceduto a logiche di risparmio economico o di praticità, avrebbe scelto la plastica, materiale sì riciclabile, ma di impatto rilevante sull’ambiente nei processi di fabbricazione come in quelli di smaltimento. Invece, con un notevole sforzo organizzativo, ha scelto di continuare il suo percorso di sostenibilità che negli anni li ha visti scegliere prima le stoviglie lavabili e ora quelle compostabili.

Attenzione all’ambiente. La scelta delle stoviglie compostabili non è l’unico contributo alla causa ambientale della ProLoco di Sestu. In collaborazione con il Gruppo Scout, infatti, durante la manifestazione i visitatori saranno aiutati a gestire al meglio i loro rifiuti, ottimizzandone così la raccolta differenziata. Non è una questione marginale: con un numero elevato di persone che degustano i piatti preparati da 15 ProLoco è facile che la corretta separazione dei rifiuti si perda, per così dire, di vista. Prevedere un servizio mirato, come in questo caso, riduce questo rischio in modo significativo.

Educazione ambientale. Come si dice, un gesto vale più di mille parole. Siamo certi che migliaia di piccoli gesti, incoraggiati da un’organizzazione sensibile e sostenibile, saranno il giusto messaggio positivo di cui nella nostra comunità, e in tutta la nostra Regione, si sente tanto il bisogno.

Buon Festival delle ProLoco a tutti, organizzatori e visitatori!