Focus rifiuti: pile esauste

pile usateLe pile esauste sono considerate rifiuti pericolosi perché contengono metalli pesanti come nichel, piombo, cadmio ma soprattutto il mercurio, il più pericoloso. Le quantità di mercurio contenute nelle pile sono minime, ma se vanno in discarica, o peggio, se sono gettate nell’ambiente il rischio di inquinamento, in particolare delle acque è molto alto. Una pila contiene circa un grammo di mercurio, quantità più che sufficiente per inquinare 1.000 litri di acqua.

Se smaltite correttamente, le pile possono essere trattate in sicurezza e  i metalli pesanti contenuti in questi materiali, che così possono essere reinseriti nei vari cicli produttivi.

Cosa conferire: pile (stilo, torcia, pastiglia, ecc.) esauste, batterie al litio di cellulari.

Dove buttarle:

      • Negli appositi contenitori cilindrici dislocati presso alcuni operatori commerciali e nell’androne di ingresso del Municipio;
      • All’Ecocentro.
Annunci