Go local! La nuova convenzione per la carta

carta-riciclataDa oggi parte la nuova convenzione fra il Comune di Sestu e il Consorzio Regionale Carta e Cartone Sardegna (CRCCS).

Cosa cambia per i cittadini?
Niente
. La raccolta della carta continua con le stesse modalità e regole valide fino a ieri.

Cosa cambia per il Comune?
Molto
. Oltre al vantaggio economico dovuto al prezzo più alto a cui la carta verrà pagata, c’è l’indubbio vantaggio ecologico, dal momento che la carta raccolta a Sestu resterà in Sardegna per essere lavorata dalle aziende cartarie locali. La filiera corta, infatti, ha un forte impatto positivo sul comparto e sull’ambiente (eliminare il trasporto verso il Continente significa minori costi e minori emissioni) e permette ai cittadini e alle aziende sarde di godere dei benefici conseguenti.

Finora la nostra carta veniva portata fuori dalla Sardegna, insieme a quella raccolta dai comuni che aderiscono al Consorzio nazionale Comieco, e venduta all’asta al miglior offerente. Negli ultimi anni l’asta è stata vinta da aziende straniere che, dopo una prima lavorazione della carta, rimettevano sul mercato la materia prima: per le aziende sarde significava riacquistare un prodotto ottenuto dalla carta locale a costi decisamente superiori rispetto a quelli potenzialmente ottenibili tenendo la carta in Sardegna e lavorandola in loco.

Per questo motivo è nato il CRCCS che ha l’obiettivo di sviluppare le attività del comparto carta in Sardegna, in particolare riguardanti il ciclo della raccolta-recupero-riciclaggio, della produzione e trasformazione di carta e cartone e la rappresentazione degli interessi collettivi sotto l’aspetto ambientale, culturale, sociale, produttivo ed economico. Il CRCCS ha concluso un accordo con l’ANCI (l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) così che le convenzioni con i comuni abbiano lo stesso valore legale di quelle con Comieco.

Il Comune di Sestu, insieme a molti altri comuni sardi, ha deciso di firmare una nuova convenzione con il CRCCS e contribuire non solo alla valorizzazione e la tutela delle produzioni sarde ma soprattutto alla riduzione dell’impatto ambientale dei nostri rifiuti.

Annunci